sabato , 26 Settembre 2020
Home » Bari Calcio » Prima vittoria per Vivarini

Prima vittoria per Vivarini

Il trittico di partite in sette giorni si chiude con una sconfitta, un pareggio ed una vittoria .In Basilicata i biancorossi s’impongono per 1- 0 grazie ad un goal di Simeri realizzato al 43’ del primo tempo. Dopo questa vittoria i biancorossi salgono a quota undici in classifica

 

 

Quello tra Picerno e Bari è stato un primo tempo tutto di marca biancorossa. I ragazzi di Vivarini hanno fatto la partita mentre la squadra di casa ha pensato a difendersi, anche se al 7’ e al 10’ il Picerno si è fatto vedere in attacco con Kosovan e con Nappello. Dicevamo del Bari che ha fatto la partita, è stato pericolosissimo al 19’ con un gran tiro di Antenucci il cui tiro si è stampato sulla traversa. Al 43’, poi, i biancorossi si portano in vantaggio grazie ad una rete di Simeri su calcio d’angolo.

 

Anche nella ripresa il Bari ha continuato quello che aveva fatto nei primi quarantacinque minuti, ma, nel corso della ripresa i biancorossi sono calati concedendo più campo agli avversari, soprattutto sulla corsia sinistra. Alla fine i biancorossi conquistano tre punti importanti in chiave classifica.

 

Picerno ( 3 – 5 – 2 ): Pane, Fontana, Pitarresi, Bertoldo, Santaniello, Kosovan, Lorenzini, Nappello, Melli, Guerra, Vrdoljak. A disposizione: Fusco, Cavagnaro, Soldati, Langone, Esposito E., Caidi, Ruggiero, Sambou, Sparacello, Calabrese, Filogamo, Fiumara. All: Giacomarro

 

Bari ( 3 – 5 – 2 ): Marfella, Perrotta, Di Cesare, Sabbione, Kupisz, Hamlili, Bianco, Scavone, Costa, Antenucci, Simeri. A disposizione: Liso, Esposito G., Floriano, Neglia, Awua, Corsinelli, D’Ursi, Ferrari, Cascione, Berra, Terrani. All: Vivarini

 

Ammoniti: Hamlili, Sparacello. Espulsi: nessuno. Angoli: 3 – 5. Recupero tempo: p.t. 0’; s.t. 5’

 

ARBITRO: Cudini di Fermo

 

 

MARCATORI: p.t. 43’ Simeri

 

LA CRONACA:

Al 7’ tiro di Kosovan parato in due tempi da Marfella. Al 10’ conclusione di Nappello di poco a lato. Al 19’ tiro da almeno venticinque metri di Antenucci che si stampa sulla traversa. Al 21’ ammonito Hamlili per fallo su Guerra. Al 35’ apertura di Antenucci per Kupisz che sbaglia il cross. Al 43’ il Bari si porta in vantaggio. Angolo per i biancorossi battuto da Costa, di testa colpisce Simeri che batte il portiere di casa.

 

Nella ripresa, al 10’ fuori Pitarresi per infortunio, dentro Calabrese. Al 21’ doppio cambio per il Bari. Fuori Hamlili e Kupisz, dentro Awua e Berra. Al 23’ per il Picerno dentro Esposito e Sparacello, fuori Nappello e Lorenzini. Al 38’ doppio cambio per il Bari. Dentro Ferrari e Corsinelli, fuori Simeri e Di Cesare. Al 41’ammonito Sparacello per fallo su Costa. Al 45’ fuori Antenucci, dentro Terrani.

 

 

 

 

90’:

Vivarini: “Questa sera era importante vincere. Quello contro il Picerno è stato un risultato importante che ci permette di crescere. Sarà importante migliorare in tutto. Stasera abbiamo avuto un abbozzo di squadra con delle attenzioni. Ho visto la squadra che voleva stare corta e stretta, concetti basilari importanti. C’è stata davvero molta attenzione. Tutti i giocatori sono stati compatti. Questa vittoria ci darà tempo per poter lavorare in serenità e affinare le cose. La difesa a tre? I giocatori hanno bisogno di certezze e tranquillità. Cambiare modulo sarebbe stato rischioso in quanto non dovevamo perdere punti. Ora ci sarà una intera settimana di lavoro. Ci vorrà tempo per trovare la migliore soluzione per tutti e per sfruttare il potenziale del reparto offensivo. Contro il Picerno mi è sembrato più logico e giusto dare delle certezze che già avevano per poi vedere il da farsi. Sulla prestazione dei miei giocatori? Simeri come gli altri attaccanti sono bravi. Per quanto riguarda D’Ursi, nell’ultima gara, è stato troppo volenteroso, ma sono contento. Per Simeri è il giocatore più esperto e ha delle qualità. Con lui possiamo fare un salto di qualità nel reparto offensivo. Per quanto riguarda la squadra questa sera è stata molto più corta e stretta, con disponibilità al sacrificio. Quando c’è stato da difendersi l’abbiamo fatto con umiltà. La cosa negativa è stato l’aver smesso di giocare verso la fine del secondo tempo. In quella circostanza dovevamo palleggiare. Con calma riusciremo ad ottenere quello che vogliamo. Per le prossime partite sono convinto che potremmo fare anche un modulo diverso. La squadra deve essere convinta in quello che fa ”.

 

 

 

Tutto su Micol Tortora