mercoledì , 22 Settembre 2021
Home » Bari Calcio » Primo turno nazionale dei playoff

Primo turno nazionale dei playoff

A Salo’un Bari deludente

 

Biancorossi mai pericolosi e quasi avulsi dal gioco. Grande prestazione di Frattali che è riuscito, con le sue parate, ad evitare il peggio. I padroni di casa s’impongono per 1 – 0 grazie alla rete nella ripresa al 10’ della ripresa di Tulli. Ora mercoledì ci vorrà una impresa

 

Bel primo tempo della Feralpisalo’ che ha messo in difficoltà il Bari. I padroni di casa hanno giocato meglio dei biancorossi e hanno messo in difficoltà Frattali grazie alle occasioni da rete capitate a Scarsella, Tulli e Carraro. I ragazzi di Auteri non sono mai riusciti a mettere in difficoltà De Lucia, ma soprattutto, ad impensierirlo. Bari completamente diverso da quello visto contro il Foggia.

 

Nella ripresa i ragazzi di Pavanel non si sono chiusi. Al contrario hanno continuato a giocare così come avevano fatto nei primi quarantacinque minuti e al 10’, il loro gioco a memoria, li ha portati ad un legittimo vantaggio con una gran bella rete messa a segno da Tulli. Il Bari? Non pervenuto in attacco e mai pericoloso. Da quello che si è visto in campo si può dire che ai biancorossi è andata più che bene. Mercoledì, nella gara di ritorno, ci vorrà un altro Bari come quello visto contro il Foggia.

 

Feralpisalo’ ( 4 – 3 – 3 ): De Lucia, Bergonzi, Legati, Bacchetti, Brogni, Carraro, Guidetti, Scarsella, D’Orazio, Tulli, Guerra. A disposizione: Liverani, Giani, Iotti, Petrucci, Miracoli, Ceccarelli, Morosini, Pinardi, Hergheligiu, Farabegoli, Gavioli, Rizzo. All: Pavanel

 

Bari ( 3 – 4 – 3 ): Frattali, Ciofani, Sabbione, Di Cesare, Semenzato, Maita, De Risio, Rolando, D’Ursi, Antenucci, Marras. A disposizione: Marfella, Fiory, Bianco, Cianci, Sarzi Puttini, Candellone, Celiento, Lollo, Andreoni, Mercurio, Mane. All: Auteri

 

Ammoniti: De Risio, Guidetti, Pavanel, Marras, Cianci, Legati. Espulsi: nessuno. Angoli: 5 – 2. Recupero tempo: p.t. 0’; s.t. 5’

 

 

RETI: s.t.10’ Tulli

 

 

ARBITRO: Marini di Trieste

 

LA CRONACA:

Al 5’ Sabbione ha colpito al volo su angolo battuto dalla sinistra da Marras, ma il suo tiro viene murato da Scarsella. Dopo un minuto occasione anche per la Feralpisalo’. Un tiro dalla distanza rischia di trasformarsi anche in un assist per Scarsella. Al 12’ padroni di casa vicini al vantaggio con Scarsella. Cross dalla destra di D’Orazio, botta di Scarsella e grande parata in angolo di Frattali. Al 16’ancora la Feralpisalo’ vicina all’1 – 0. Gran botta di Carraro è ancora grande risposta in angolo di Frattali. Al 17’ ancora Scarsella che impegna l’estremo difensore biancorosso sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Conclusione centrale parata in due tempi. Al 22’ tiro dalla distanza di Tulli che ha cercato di sorprendere Frattali. Il tiro termina al lato. Al 31’ ammonito De Risio per fallo su Guerra. Al 37’ cross di Antenucci, colpo di testa di D’Ursi con palla alta sulla traversa. Al 38’ Bacchetti salta in area sull’angolo battuto da Guidetti ma, in maniera precaria, non indirizza bene il pallone. Al 43’ ammonito Guidetti per fallo su Di Cesare su errore in disimpegno di Sabbione.

 

Nella ripresa, al 10’, i padroni di casa passano in vantaggio. Gran destro di Tulli che sorprende Frattali che rimane immobile. Al 14’ traversa colpita da Scarsella dopo un cross rasoterra dalla destra di D’Orazio. Al 17’ biancorossi vicini al pareggio prima con un tiro di D’Ursi respinto dal portiere e poi con un tiro di Marras murato da un difensore. Al 18’ ammonito il tecnico Pavanel per proteste. Al 20’ cross di Antenucci, destro di D’Ursi che colpisce il palo. Al 22’ tripla sostituzione per il Bari. Dentro Zemenzato, Sarzi Puttini e Cianci. Fuori Semenzato, Rolando e D’Ursi. Al 25’ dentro Ceccarelli, fuori Tulli. Al 28’ dentro Bianco, fuori De Risio. Al 29’ Feralpisalo’ vicina al raddoppio con un tiro di Ceccarelli respinto in angolo da Frattali. Al 31’ dentro Miracoli, fuori D’Orazio. Al 36’ dentro Giani, fuori Guerra. Al 46’ ammonito Marras per fallo su Bergonzi. Al 48’ destro dalla distanza di Di Cesare, parato. Al 49’ ammoniti sia Cianci che Legati per reciproche scorrettezze.

 

90’:

Auteri: “Se dovessimo analizzare l’intera gara posso dire che è stata equilibrata. Non abbiamo disputato una brutta partita. Tre – quattro giocatori non hanno reso per quello avrei creduto. Ci sono stati dei momenti nella partita dove ci siamo alzati non aggredendo come dovevamo fare. Nel primo tempo abbiamo cercato di costruire mentre nella ripresa, sulla trequarti avversaria, abbiamo perso dei palloni velenosi. Abbiamo fatto degli errori gratuiti dando loro coraggio. La loro rete è arrivata grazie ad una deviazione maldestra visto che il tiro non era irresistibile. È stato un peccato sciupare situazioni importanti. Mercoledì, nella gara di ritorno, bisognerà giocare per vincere. Sono sicuro che questa squadra sia in grado di superare questo turno. Avevamo preparato due atteggiamenti di gioco. Gli attaccanti sono stati troppo prudenti. Ci siamo abbassati abbastanza però senza mai rischiare. La differenza è stata fatta dalla loro rete. In allenamento Sarzi Puttini tira dei veri e propri missili in porta. Questa volta non ha segnato. Oggi, al di là di qualche prestazione al di sotto dei canoni del Foggia, abbiamo corso fino alla fine e abbiamo dimostrato di stare meglio di loro. Personalmente credo che il pareggio sarebbe stato il risultato più giusto. Ad inizio gara abbiamo scelto di essere prudenti perché il gruppo ha questa piccola pecca. Alla fine del primo tempo avevo detto di alzare la pressione visto che avevamo perso dei palloni sciocchi e avevamo dato qualche piccola possibilità di trovare qualche spazio”.

 

Mercoledì si tornerà nuovamente in campo, ma questa volta al “San Nicola”. “Si dovrà giocare sui  cento ottanta minuti. I giocatori hanno scelto di essere prudenti. Mentalmente il fatto di giocare su due gare ci ha fatto scegliere un atteggiamento un po’ più tranquillo. Dovremo fare tutto ciò che abbiamo fatto oggi con continuità. Siamo in grado di ribaltare il risultato. Oggi abbiamo fatto una partita discreta  con cinque – sei palle goal che ci devono dare convinzione”.

 

E su Cianci ha detto. “La situazione si sa. Ha un’autonomia limitata. Per la partita di ritorno mancano ancora tre giorni. Valuteremo il suo stato. Dovremo sfruttare ogni nostra risorsa ma non si potrà pensare di giocare ad una sola porta. La gara odierna ha detto che stiamo meglio”.

 

Di Micol Tortora

Tutto su Micol Tortora