venerdì , 25 Settembre 2020
Home » Bari Calcio » “Questo Bari ha bisogno di un allenatore carismatico”

“Questo Bari ha bisogno di un allenatore carismatico”

E’ quanto pensa mister Angelo Sisto, ex allenatore delle giovanili del Bari per 11 anni e, ora, attuale tecnico del Massafra

 

Il pianeta biancorosso Angelo Sisto lo conosce più che bene visto che è stato allenatore delle giovanili per ben 11 anni. Ora mister Sisto è seduto sulla panchina del Massafra, squadra presa quando era all’ultimo posto in classifica ed ora arrivata al nono posto. Con l’ex allenatore delle giovanili del Bari abbiamo parlato dell’attuale situazione dei biancorossi. Col tecnico si è parlato della non identità che la squadra ha dopo diciannove giornate di campionato. Ecco il suo pensiero. “ Sono seriamente preoccupato della situazione. Il Bari ha dimostrato anche contro il Carpi di essere una squadra in crisi. Siamo stati fortunati a recuperare il risultato negli ultimi minuti. Quella di sabato scorso è stata una gara che ha denotato difficoltà ricorrenti di fare gioco. E’ una squadra che non ha grinta che dovrebbe avere una squadra che deve salvarsi”.

 

Contro il Carpi il Bari ha dimostrato di non avere un legame tra un reparto e l’altro al contrario Di un Carpi messo in campo bene con un 4 – 1 – 4 – 1 che avrebbe potuto portare a casa i tre punti. Ecco il parere dell’attuale tecnico del Massafra. “La sensazione è stata proprio che il Bari fosse una squadra in grossa difficoltà. La partita la stavano facendo sempre gli avversari. Le nostre preoccupazioni sono legittime proprio perché la sensazione è che il Bari sia una squadra in grossa crisi. Anche questa difficoltà di arrivare in zona goal. Bisogna pensare anche ai reparti non collegati , con un gioco molto frammentario. Sono tutte brutte sensazioni che ci portano ad essere seriamente preoccupati”.

 

Mister Sisto ha un suo pensiero da come uscire da questa situazione. “Le difficoltà economiche sono chiare. La scelta di avere allenatori con grandissima esperienza con un budget limitato ci fa capire che la società ha fatto una scelta in questo senso. Dal di fuori le difficoltà sono quelle che leggiamo noi. E’ chiaro che poi la società che vive la situazione della squadra giornalmente dovrebbe cercare di capire le problematiche che ci sono. Diciamo che dall’esterno ci siano problemi organizzativi che a livello qualitativo non credo che il Bari sia una squadra delle peggiori”.

 

Secondo il tecnico del Massafra il Bari avrebbe dovuto avere un giocatore di esperienza di rallentare il gioco. “In questo momento la società è piuttosto assente. Ci vorrebbe un allenatore con carisma ed esperienza che possa riuscire a superare queste difficoltà. Ritengo che bisogna vivere di più la squadra per capire se ci sono solo queste problematiche”.

 

Mister Sisto ha spiegato anche il perché il Bari ha iniziato il campionato dal 4 – 3 – 3, poi passato al 4 – 2 – 3 – 1 con la parentesi di Castellamare di Stabia col 3 – 4 – 3. “Diciamo che qui c’è un problema di base. Probabilmente Alberti e Zavettieri si sono resi conto che quando con un 4 – 3 – 3 no avendo un attaccante di peso davanti che facesse reparto hanno pensato di affiancare ai tre centrocampisti una punta centrale che non è ben supportata col rischio di isolarsi li davanti e non di prenderla mai. Credo che loro abbiano avuto questa sensazione in qualche partita e hanno rinunciato al 4 – 3 – 3 dove c’era un centrocampo che dava più equilibrio per passare ad un modulo dove la punta potesse essere un po’ più sopportata. Secondo me è stato questo il motivo che li ha portati a cambiare. Quella del 3 – 4 – 3 sinceramente mi sembra un qualcosa di inspiegabile perché non ritengo che abbiamo giocatori con caratteristiche che possano interpretare bene questo modulo”.

 

L’allenatore del Massafra ha spiegato anche il perché il miglior centrocampo della serie B, Fossati, Sciaudone e Romizi non viene schierato. “Ritengo che la mancanza di una prima punta, di peso, che riesca a far salire la squadra ha creato questo problema di non poter schierare i tre centrocampisti. Secondo me Romizi è un giocatore indispensabile per il Bari perché è un giocatore che da equilibrio al Bari. Io non l’ho terrei mai fuori. E’ chiaro che Alberti e Zavettieri vivendo ogni giorno la squadra probabilmente l’avranno pensata in un modo diverso. Quello che si vede durante le gare è proprio questa mancanza di interdizione. Quando la palla l’hanno sempre gli avversari facciamo sempre fatica a recuperarla”.

 

Secondo mister Sisto a questa squadra servirebbe un allenatore esperto che più esperto che compensasse la gestione dei giovani. “Mi sembra assurdo che Romizi sia fuori”.

 

Di Micol Tortora

Tutto su Micol Tortora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.