mercoledì , 5 Agosto 2020
Home » Bari Calcio » Riaprono le discoteche, perché ancora non gli stadi?

Riaprono le discoteche, perché ancora non gli stadi?

Molti  tifosi biancorossi sperano che il 13 di questo mese possano assistere ai playoff della propria squadra

 

Dopo il periodo nero del Covid dal 18 maggio è partita la fase tre, fase che ha visto finalmente ripartire tutto in Italia, o quasi, tranne l’apertura ai tifosi degli stadi. Ai vertici del calcio nazionale si sta discutendo se riaprire ai tifosi gli stadi prima della fine del campionato che si sta disputando in questo periodo. Sembrerebbe che, fino alla fine, qualcosa possa succedere, in positivo. Anche in Puglia i tifosi vorrebbero tornare allo stadio, soprattutto quelli di Bari e Lecce che proprio in questi giorni hanno chiesto al Governatore Emiliano, tramite una lettera congiunta, di poter far tornare allo stadio i propri tifosi sempre in ottemperanza alle misure di sicurezza. Ora si attende la risposta del Presidente della Regione Puglia che sembra abbia aperto alle due società. Molti tifosi aspettano, quanto prima, una risposta positiva visto che si fanno tutti una domanda. In Italia si stanno aprendo al pubblico le discoteche all’aperto. Perché non aprire anche gli stadi con pochi tifosi e con distanze di sicurezza predisposte dagli stuart? Chi sa. Il 13 per il Bari si avvicina e, forse, potremmo vedere allo stadio “San Nicola” il pubblico che potrebbe spingere i biancorossi verso il passaggio al secondo turno dei playoff. Si sa, il pubblico barese in molti casi, è riuscito a spingere i propri beniamini alla vittoria anche in situazioni più difficili perché il tifo barese, rispetto agli altri, ha qualcosa in più che riesce a portare la squadra alla vittoria. I tifosi sono in attesa, ma non solo loro. Anche il club di via Torrebbella aspetta ansioso una risposta positiva.

Tutto su Micol Tortora