martedì , 24 Maggio 2022
Home » Bari Calcio » Sciaudone: “Basta pressioni”

Sciaudone: “Basta pressioni”

Domani la squadra biancorossa farà visita ad una squadra che fino ad ora non ha mai vinto in campionato

Dopo il pareggio interno di sabato scorso contro il Modena di mister Novellino la squadra biancorossa è attesa domenica all’ora dell’aperitivo al “Massimino” contro un Catania che fino ad ora cerca la sua prima vittoria in campionato. Sicuramente per i ragazzi di mister Mangia sarà una gara da affrontare con molta attenzione perché lo stadio siciliano sarà una vera propria bolgia e quasi sicuramente si giocherà con una temperatura atmosferica abbastanza alta. Cosa simpatica in Catania – Bari e che ci saranno due giocatori che quando realizzano una rete fanno il gesto di lanciare una lancia. Oggi in conferenza stampa il centrocampista Daniele Sciaudone ha detto che domenica tra lui e Calaiò sarà una bella sfida. “Bella sfida vero? Le mie frecce però sono in carbonio, più dure. Non è solo Calaiò la loro forza, ma un organico di giocatori di categoria superiore. E, forse, questo è anche il loro attuale limite. Devono capire che la serie B è una categoria a parte con delle dinamiche particolari che nulla hanno a che fare con la serie A”.

Secondo Sciaudone la gara contro il Catania arriva nel momento migliore. “Credo che sarà una bella partita dal punto di vista agonistico e tattico. Arriva al momento opportuno perchè ci consente di verificate il nostro stato. Sulla carta quella messa peggio è il Catania, ma mai sottovalutare gli avversari. Rispetto, serenità e gestione delle forze ci permeteranno di rilanciarci e ottenere quello che noi vogliamo più di ogni altra cosa, la vittoria”.

Contro gli etnei la squadra biancorossa dovrà essere brava a non commettere più errori difensivi soprattutto su palle inattive. Ecco a tal proposito il pensiero del centrocampista bergamasco. “Ho rivisto le partite che abbiamo giocato, dobbiamo fare attenzione a bloccare le loro ripartenze e giocare intelligentemente mantenendo la posizione anche senza palla”.

L‘importante a Catania sarà entrare in campo determinati, soprattutto a livello psicologico. “Sento parlare di pressione su di noi giocatori, ma credo che tutto debba essere inquadrato nel giusto modo. Se avessimo mantenuto l’intera rosa dell’anno scorso con qualche innesto importante, sarei stato il primo a dire che facevamo schifo. Il Bari costruito quest’anno è nuovo nell’organico, nei metodi, nell’allenamento e tutto questo ha bisogno, invece, di un percorso di crescita ed evoluzione che sta nella regolare dinamica di un campionato. Siamo i primi a voler ritornare un Bari di alta classifica e riportare la gente ad affollare il San Nicola”.

Dopo un periodo di stand – by Sciaudone è tornato a farsi vivo con i suoi selfie postando una foto di gruppo con tutti i suoi compagni di squadra. “C’è tempo e tempo per tutto. Non volevamo dare l’idea di essere attenti alle foto e poco al campo. Poi ho avuto la sensazione che qualcosa mancava per ricreare il feeling con i nostri tifosi e allora abbiamo fatto quella foto. Quello è stato anche un modo per dimostrare a coloro che sostengono il contrario la compattezza e l’unità di questo gruppo”.

 

Di Micol Tortora

 

Tutto su Micol Tortora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.