giovedì , 26 Maggio 2022
Home » Bari Calcio » Seconda sconfitta consecutiva per il Bari

Seconda sconfitta consecutiva per il Bari

Dopo aver perso in modo altisonante a Livorno, i biancorossi sono stati sconfitti anche da un buon Vicenza in casa
Dopo la “debacle” di sabato scorso a Livorno ci si aspettava dalla squadra di Nicola una pronta reazione ed invece Bari – Vicenza è stata una gara dove entrambe le squadre si sono annullate tant’è che durante i primi quarantacinque minuti la squadra di casa non ha mai fatto un tiro in porta al contrario del Vicenza che ha tirato due volte nello specchio della porta quest’oggi difesa da Guarna. Come contro il Livorno anche contro la formazione di Marino i biancorossi hanno dimostrato ancora di non avere ancora un gioco, costretti sempre a ricorrere ai lanci lunghi per impostare l’azione. Al contrario il Vicenza si è dimostrata squadra. Il tecnico Marino quest’oggi è riuscito a bloccare il Bari grazie al 4 – 1 – 4 – 1. E questo modulo ha dato i suoi frutti visto che il Vicenza dopo essere passato in vantaggio ha continuato a giocare in maniera intelligente chiudendo tutti gli spazi. Dopo questa seconda sconfitta consecutiva il Bari dovrà tentare per forza di cose di fare risultato pieno nella prossima gara casalinga di sabato prossimo contro il Lanciano.
LE FORMAZIONI:

BARI ( 3 – 5 – 2 ): Guarna; Sabelli; Salviato; Romizi; Rinaudo; Minala; Filippini; Ebagua; Caputo; Defendi; Bellomo. A disposizione: Donnarumma; Micai; Boateng; De Luca; Benedetti; Contini; Rada; Calderoni; Minicucci. All: Nicola.

VICENZA ( 4 – 1 – 4 – 1 ): Vigorito; D’Elia; Moretti; Brighenti; Cinelli; Vita; Manfredini; Di Gennaro; Petagna; Laverone; Sampirisi. A disposizione: Serraiocco; Alhassan; Spinazzola; Garcia Tena; Cocco; Sbrissa; Gentili; Camisa; Mancini. All: Marino.

ARBITRO: Baracani di Firenze.

LA CRONACA:

Al 7° del primo tempo l’arbitro toscano annota sul suo taccuino il nome di Defendi per gioco falloso. Al 37° finiscono ancora sul taccuino dell’arbitro Rinaudo e Cinelli per reciproche scorrettezze.

Nella ripresa al 1′ mister Nicola manda in campo De Luca al posto di Caputo e Calderoni al posto Defendi. All’8′ rovesciata di Ebagua respinta di spalla da un difensore. Al 9′ l’arbitro ammonisce D’Elia per fallo su Bellomo. Al 14′ prima sostituzione per il Vicenza. Dentro Spinazzola, fuori Vita. Al 19′ ammonito Brighenti per gioco falloso. Al 27′ il Vicenza passa in vantaggio. Cross dalla sinistra di D’Elia, colpo di testa di Petagna che porta in vantaggio la sua squadra. Al 29′ l’arbitro ammonisce Petagna per fallo su Minala. E sempre allo stesso minuto Marino lo sostituisce con Cocco. Al 32′ Nicola manda in campo Boateng al posto di Minala. Al 33′ tiro di destro dalla distanza di Moretti e palla parata da Guarna. Al 33′ tiro da fuori area di Boateng di poco a lato sulla sinistra del portiere. Al 34′ tiro di sinistro di Spinazzola con palla fuori. Al 35′ Baracani ammonisce Salviato per fallo su Cinelli. Al 36′ ammonito Sabelli per fallo di mano. Al 38′ punizione di Bellomo con palla alta di pochissimo. Al 44′ Marino manda in campo Sbrissa al posto di Moretti. Al 48′ colpo di testa di Boateng con palla di poco alta sulla traversa.

90°:

Nicola: “Oggi non mi è piaciuto l’espressione di gioco. Non mi è piaciuta perché non siamo riusciti a trovare una manovra più veloce, più fluida. Secondo me, rispetto alla partita di Livorno, abbiamo fatto molto meglio l’interpretazione difensiva, più ordinati. Obiettivamente questa era una partita non bella da parte nostra, ma neanche da parte loro. Secondo me nessuna delle due squadre meritava di vincere per quello che hanno proposto e si è visto in campo. Noi, in questo momento, continuiamo apagare dazio su delle situazioni ancora un pò banali. Dal punto di vista del gioco assolutamente no. Voi sapete che sono obiettivo. Non sono stato contento. Mi dispiace perché la pressione c’è stata da subito. Per grandi periodi la pressione della squadra c’è stata e ha voluto fare la partita nellaloro metà campo per poter essere più vicina a loro per cercare di ripartire. Non siamo stati fluidi e qualitativi.Dico fortemente che questa non era una partita da perdere e, questo, mi secca. Il dato interessante è questo. Io non credo che il Vicenza possa dire di averla vinta meritatamente. Hanno fatto goal, i tiri in porta sono stati pochissimi se non tre per parte dove noi abbiamo tirato due volte in maniera pericolosa e basta. Loro hanno avuto un cross nel primo tempo che ha attraversato l’area di rigore e un tiro da quaranta metri che Guarna ha parato appoggiandosi al terreno. La partita è stata tutta li da entrambe le squadre. Credo che la voglia di pressare l’abbiamo avuta più noi. Loro sono stati una squadra ben messa in campo, come lo siamo stati noi, ma sono stati più abili nella situazione del goal e noi un pò polli. Obiettivamente bisogna dire questo. Però, per quanto mi riguarda, non era una partita dove il Bari meritasse la sconfitta e non meritava neanche la vittoria. Questo è indubbio”.
Di Micol Tortora

Tutto su Micol Tortora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.