mercoledì , 4 Agosto 2021
Home » Bari Calcio » Solo un punto nelle ultime quattro gare

Solo un punto nelle ultime quattro gare

Anche contro il Catanzaro si è vista una squadra brutta e mai pericolosa in attacco. La vittoria della squadra di Calabro per 2 – 0 è più che meritata. A questo punto bisognerà rivedere tante cose per non continuare a fare brutte figure

 

Primo tempo combattuto con vari capovolgimenti di campo quello tra Catanzaro e Bari. Due occasioni che avrebbero potuto cambiare le sorti della gara. La prima al 20’ con un tiro di Bianco respinto in angolo e al 33’ con un tiro dalla distanza di Carlini respinto in angolo da Frattali. Poi al 35’ un colpo di testa di Cianci è stato respinto in angolo da Di Gennaro.

 

Nella ripresa il Bari non si è visto, al contrario del Catanzaro entrato in campo più determinato a fare risultato e la loro determinazione è stata premiata al 5’ con una rete di Di Massimo bravo a sfruttare un errore di Di Cesare  e al 46’ con un rigore fischiato dall’arbitro dopo un fallo di Di Cesare su Evacuo. Dopo questa sconfitta la situazione in classifica dei biancorossi incomincia a farsi pesante.

 

Catanzaro ( 3 – 5 – 2 ): Di Gennaro, Fazio, Martinelli, Scognamillo, Garufo, Corapi, Verna, Carlini, Contessa, Curiale, Di massimo. A disposizione: Branduani, Jefferson, Parlati, Molinaro, Pierino, Evacuo, Gatti, Riccardi, Baldassin, Grillo, Casoli, Porcino. All: Calabro

 

Bari 8 4 – 2 – 3 – 1 ): Frattali, Semenzato, Sabbione, Di Cesare, Perrotta, Bianco, Maita, Marras, Antenucci, D’Ursi, Cianci. A disposizione: Marfella, Fiory, Rolando, Dargenio, Candellone, De Risio, Minelli, Pinto, Lollo, Colaci, Mercurio. All: Carrera

 

Ammoniti: Di Cesare, Di Massimo, Maita, Verna, Evacuo. Espulsi: nessuno. Angoli: 3 – 8. Recupero tempo: p.t. 2’; s.t. 5’

 

RETI: s.t. 5’ Di Massimo; 46’ Evacuo ( rig. )

 

ARBITRO: Marcenaro di Genova

 

LA CRONACA:

Al 4’fuori Corapi per infortunio, dentro Baldassin. Al 18’ tiro di D’Ursi dalla distanza, respinto. Al 19’ ammonito Di cesare per fallo su Contessa. Al 20’ tiro di bianco respinto in angolo. Al 33’ Catanzaro vicino al vantaggio grazie a un tiro dalla distanza di Carlini respinto in angolo da Frattali. Al 35’ colpo di testa di Cianci su cross dalla sinistra di Antenucci con Di Gennaro che respinge. Al 40’ conclusione dalla distanza di sinistro di Antenucci, parata.

 

Nella ripresa, solo dopo 20’’ tiro – cross a giro di sinistro di Antenucci dal limite dell’area di rigore con palla bloccata dall’estremo difensore di casa. Al 5’ i padroni di casa si portano in vantaggio. Nella stessa azione ammonito Di Massimo per essersi tolto la maglia. Azione personale di Curiale che crossa in area. Sulla palla interviene goffamente Di Cesare con Di Massimo che interviene e manda dentro. All’11’ ammonito Maita per fallo tattico su Curiale. Al 15’ dentro Rolando, fuori d’Ursi. Al 16’ dentro Porcino, fuori Contessa. Al 2’ proteste dei biancorossi per un fallo in area di rigore di Scognamillo su Rolando non concesso dall’arbitro. Nella stessa azione ammonito Verna per fallo su Marras. Al 26’ doppia sostituzione per il Catanzaro. Dentro Casoli ed Evacuo, fuori Curiale e Di Massimo infortunato. Al 36’ doppia sostituzione per il Bari. Dentro De Risio e Candellone, fuori Maita e Marras. Al 38’ tiro di Semenzato parato in due tempi da Di Gennaro. Al 41’ dentro Mercurio, fuori Cianci. Al 45’ cross di Mercurio, salta controtempo Candellone e palla alta sulla traversa. Al 46’ rigore per i padroni di casa. Fallo di Di Cesare su Evacuo. Sulla palla va lo stesso giocatore che di destro mette dentro. Il giocatore viene ammonito per essersi tolto la maglia. Al 49’ tiro di Antenucci deviato in angolo. Al 50’ Baldassin sbaglia la rete del 3 – 0 in contropiede.

 

90’:

Carrera: “È un momento così. Bisogna prendere le cose positive e lavorare su quelle negative. Abbiamo due settimane di tempo per lavorare su alcune cose e continuare così. Sono convinto che per i playoff ci saremo e saremo una squadra tosta”.

 

Ha parlato delle cose positive. “Nel primo tempo abbiamo fatto abbastanza bene, mentre nella ripresa abbiamo sbagliato tante situazioni. In campo i ragazzi hanno dato tutto quello che avevano per cui non posso dir nulla a loro. In questo periodo manca la lucidità”.

 

E sul rigore del Catanzaro ha detto. “Quando ti allunghi e fai fatica a tenere la squadra stretta possono accadere situazioni così. Un punto in quattro partite? È poco, ma ci siamo ancora. Abbiamo perso la battaglia ma la guerra è alla fine. Bisognerà continuare a crederci”.

 

Tutto su Micol Tortora