mercoledì , 25 Maggio 2022
Home » Bari Calcio » “Stiamo attraversando un buon momento

“Stiamo attraversando un buon momento

E’ quanto ha detto questa mattina il tecnico del Bari in vista della delicata gara casalinga di domani contro l’Empoli
Domani il Bari è atteso da una partita difficile in quanto scenderà in Puglia la seconda forza del campionato che vuole chiudere quanto prima il discorso promozione. A riceverla ci sarà una squadra, quella barese, che arriva da una convincente prova di forza contro il trapani. Sicuramente si assisterà ad una gara ricca di emozioni sperando che poi alla fine a farla franca siano proprio i ragazzi di mister Alberti. Ed è lo stesso tecnico a dichiarare che tutta la squadra sta attraversando un buon momento. “Noi stiamo attraversando un buon momento perché abbiamo fatto una serie di risultati positivi, veniamo da tre vittorie e due pareggi dopo aver affrontato squadre di alta classifica. Il concetto che voglio ribadire è che la salvezza è ancora lontana, il campionato è ancora lungo e pieno di difficoltà visto che i risultati settimanali lo dimostrano. La massima concentrazione e attenzione deve essere rivolta al campo e quindi a domani dove incontreremo la seconda in classifica che ha la seconda difesa meno perforata del campionato insieme al Palermo ed hanno una coppia di attaccanti che ha realizzato il maggior numero di goal perché Tavano ne ha realizzati sedici e dodici Maccarone. Solo per questo dobbiamo essere tutti molto attenti perché non possiamo permetterci il minimo lusso di pensare che abbiamo fatto chissà cosa perché la classifica è molto corta. Da questo punto di vista sono molto concentrato e vorrei richiamare tutti all’attenzione. Domani incontreremo una squadra forte però in noi ultimamente c’è la consapevolezza che siamo una squadra in crescita che ha dimostrato di saper vincere anche fuori casa su un campo difficile come quello di Trapani. E’ anche vero che si ricomincia da capo perché tutto quello che abbiamo fatto a Trapani si azzerano e quindi si ricomincia tutto da capo. Dobbiamo mettere in campo tante energie, tante motivazioni, le nostre qualità tecniche e tattiche contro un avversario diverso dal Trapani. Si azzera tutto, perché il calcio è questo e si riparte con grande concentrazione e massima consapevolezza nei nostri mezzi che abbiamo dimostrato in questa ultima fase incontrando squadre che occupano l’alta classifica. In queste occasioni abbiamo sempre giocato alla pari, alcune volte ci è andata mene, altre volte meno bene”.

Per non aver pagato in tempo i contributi Enpals il Bari rischia un’altra penalizzazione. Ecco cosa ha detto a tal proposito il tecnico biancorosso. “Quete cose qua le lascio alla società che poi risolverà i problemi. A maggior ragione dobbiamo essere concentratissimi sul nostro obiettivo. Non dobbiamo pensare che siamo arrivati a buon punto. Trenta punti in dieci giornate sono tantissimi quindi guai ad abbassare la guardia, massima concentrazione contro una squadra forte e poi vedremo il campo cosa dirà. Noi scendiamo sempre in campo per vincere, poi vedremo domani cosa dirà il campo. Sappiamo che ci sarà una cornice di pubblico importante e noi abbiamo bisogno di loro. Insieme a loro dobbiamo guardare partita dopo partita”.

Domani per il Bari sarà una partita molto delicata visto che nei biancorossi mancherà a centrocampo Romizi e che l’Empoli potrà disporre in attacco di Maccarone e di Tavano. Ecco il pensiero di Alberti. “L’Empoli è una squadra con una organizzazione di gioco collaudata. Sono diversi anni che giocano insieme ed hanno un giusto mix tra ragazzi giovani e di prospettiva e gente che ha tantissima esperienza. Per questo campionato hanno tante individualità importanti perché, secondo me, Tavano e Maccarone sono tra le prime tre coppie di attaccanti più forti del campionato. Non è facile mettere in campo una organizzazione tattica di livello; inoltregiocano anche un buon calcio. Sicuramente quella di domani sarà una partita da prendere con le pinze. Noi dovremo limitare al massimo gli errori perché avendo in attacco gente esperta dovremo stare molto molto attenti e concentrati. E’ anche vero, però, che gli errori possono esserci da una parte che dall’altra. E’ vero che sbagliamo qualcosa ma è anche vero che quando facciamo cose importanti come abbiamo fatto per larga parte a Trapani veniamo premiati. Alla fine l’atteggiamento di volerci giocare sempre le partite a viso aperto e provare sempre a vincere ci sta dando consapevolezza e la cosa più importante i punti che sono in questo momento la cosa principale”.

Alberti ha fatto anche il paragone tra il Bari dello scorso anno che aveva in classifica gli stessi punti di questo Bari. “L’anno scorso il bari aveva una buona squadra ed ha fatto un ottimo campionato. Ha avuto forse fasi diverse perché è partito molto bene e poi ha avuto un calo tra il girone d’andata e quello di ritorno. Oggi noi sul campo abbiamo gli stessi punti ed evidentemente stiamo facendo il nostro lavoro. Mi auguro solo che l’esito di quella partita sia lo stesso di domani dove lo scorso anno il Bari battè l’Empoli alla trentatreesima giornata. Speriamo che da questo punto di vista possa continuare ancora per un’altra settimana”.

Oltre ai due attaccanti il Bari dovrà preoccuparsi di Valdifiori, vero motore dell’Empoli. Ecco cosa ha risposto a tal riguardo il tecnico del Bari. “Ultimamente noi pensiamo un pò meno agli avversari e giochiamo un pò più sulla nostra organizzazione, sul mettere in risalto le nostre qualità sia da un punto di vista fisico, ma anche da un punto di vista tecnico e tattico. Valdifiori è un giocatore importante per loro, ma credo che loro abbiano in squadra tanti giocatori importanti. Loro hanno una grande organizzazione di gioco, è una suqdra che gioca un buon calcio, ha individualità importanti. E’ un gruppo dove molti di loro sono cresciuti ad Empoli. Tavano e Maccarone sono tornati nella società che li aveva lanciati nel calcio importante. Sono tutte considerazioni che fanno di loro una squadra che fino alla fine lotterà per andare in serie A. Ripeto, l’Empoli è un avversari temibile e noi dovremmo affrontarlo con grande concentrazione come abbiamo fatto ultimamente limitando al minimo gli errori ma con la consapevolezza che siamo una squadra che può mettere in difficoltà chiunque come lo sta facendo ultimamente. Per l’ennesima volta incontriamo una seconda o una terza in classifica visto che ultimamente ci sta capitando anche questo”.

Anche un pari al tecnico biancorosso andrebbe bene ma… “Dipende come potrebbe venire il pari, se è un pari dove noi facciamo la nostra parte sarà importante per dare continuità di risultati. Lo spirito che ha questo gruppo è quello di giocarsela per vincere la gara, poi il campo alcune volte ti fa accontentare o accettare il verdetto. La continuità è importante perché poi i pareggi alla fine dell’anno contano perché per raggiungere una quota salvezza servono anche quelli. In questa seconda fase del campionato abbiamo fatto spesso vittorie e sconfitte quindi alla fine sono risultati importanti. Ripeto, noi scendiamo sempre in campo con la mentalità di vincere. Giocando poi davanti a tante gente che ci spingerà è giusto farlo fino alla fine. Ultimamente abbiamo imparato a soffrire e abbiamo imparato che i sacrifici ed il sudore aiutano a raggiungere insieme ai nostri tifosi il nostro obiettivo che è quello di lavorare sul campo cercando di fare il meglio possibile”.
Di Micol Tortora

Tutto su Micol Tortora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.