sabato , 26 Settembre 2020
Home » Bari Calcio » Torrente tradito dai suoi ragazzi
Torrente in crisi

Torrente tradito dai suoi ragazzi

Contro la penultima in classifica i baresi hanno tirato indietro non una gamba, ma tutte e due.

A Vercelli in uno scontro – salvezza mister Torrente è stato tradito dai suoi ragazzi. Alla vigilia di questa gara il tecnico biancorosso aveva chiesto ai giocatori più esperti di prendere per mano i giocatori più giovani per uscire dal delicato momento di crisi ed invece il tecnico di Cetara è stato tradito proprio da quei giocatori esperti che avrebbero dovuto prendere per mano la squadra e far  fare ad essa la differenza contro la Pro Vercelli. Tutto questo, purtroppo, non è accaduto e contro la formazione piemontese il Bari ha fatto veramente una bruttissima figura. Ora la squadra di Torrente affronterà mercoledì sera al San Nicola il Verona. Cosa ci si dovrà attendere? I giocatori biancorossi tradiranno nuovamente il tecnico?

COSA VA – Contro la Pro Vercelli sono state positive solo due cose. La prima è che il Bari è tornato nuovamente al goal dopo 418 minuti; la seconda cosa è che capitan Caputo è tornato a segnare e in quel di Vercelli ha realizzato la sua decima rete in campionato.

COSA NON VA –  Tutti i giocatori biancorossi hanno deluso sotto l’aspetto della grinta, della voglia di fare risultato, così come l’ha avuta la Pro Vercelli, del carattere e delle motivazioni. Sembra che il Bari sia arrivato alla frutta.

TOP & FLOP – Nessun top e tutti flop.

CONSIGLI PER IL MISTER – Molto probabilmente non ha più la fiducia dello spogliatoio. Dopo la debacle di Vercelli il tecnico ha dichiarato a fine gara di essersi vergognato per la prestazione dei suoi nel secondo tempo. A questo punto spetterà alla società l’ultima parola.

IL FUTURO – E’ incerto.

 

Di Micol Tortora

Torrente in crisi
Torrente in crisi

Tutto su Micol Tortora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.