lunedì , 28 Settembre 2020
Home » Bari Calcio » Un Bari goliardico batte il Gela

Un Bari goliardico batte il Gela

Ancora una volta in nove i biancorossi hanno battuto i siciliani in rimonta con le reti di La Valdera, autorete, e di Iadaresta. A cinque giornate dal termine la squadra di Cornacchini è a più undici dalla Turris

 

È bastato un rigore di Ragosta al 35’ a regalare agli ospiti il vantaggio nei primi quarantacinque minuti di gioco dopo che il Bari ha dominato letteralmente la partita. Sono partiti subito forti i padroni di casa che all’11’ sono andati vicino al vantaggio con Neglia che, a tu per tu con Castaldo, è stato anticipato in angolo da un difensore. Dopo cinque minuti ancora Bari con una rovesciata di Piovanello, parata. Al 25’ biancorossi ancora vicini al vantaggio con un tiro a giro di Piovanello di poco fuori. Ma quando meno te lo aspetti il Gela si porta in vantaggio su rigore per un fallo di Aloisi in area di rigore. A portare in vantaggio gli ospiti è stato Ragosta.

 

La ripresa è iniziata con il Gela che ha portato la partita sulla rissa, tant’è che a farne le spese sono stati Aloisi e Mattera, espulsi. In nove i biancorossi hanno tirato fuori l’orgoglio e al 27’ Iadaresta, di testa, su preciso lancio di Floriano, ha realizzato la rete del vantaggio.

 

Bari ( 4 – 2 – 3 – 1 ): Marfella, Aloisi, Cacioli, Mattera, Nannini, Hamlili, Bolzoni, Piovanello, Brienza, Floriano, Neglia. A disposizione: Bellussi, Di Cesare, Bianchi, Iadaresta, Liguori, Langella, Turi, Pozzebon. All: Cornacchini

 

 

Gela ( 4 – 3 – 3 ): Castaldo, Polito, Sicignano, Brugaletta, Misale, Schisciano, Mengoli, Mannoni, Ragosta, Sowe, La Valdera. A disposizione: Pizzardi, Selvaggio, Scicolone, Mauro, Mileto, Retucci, Dieme, Di Domenico, Costarelli. All: Pellegrini

 

Spettatori: 9000. Ammoniti: Aloisi, Mattera, Bolzoni, Retucci, Sowe. Espulsi: Aloisi, Mattera, Di Domenico. Angoli: 4 – 0. Recupero tempo: p.t. 1’; s.t. 5’

 

 

ARBITRO: Croce di Novara

 

 

MARCATORI: p.t. 35’ Ragosta ( rig. ); s.t. 11’ La Valdera; 27’ Iadaresta.

 

 

LA CRONACA:

All’11’ biancorossi vicini al vantaggio. Neglia, a tu per tu con Castaldo, si fa anticipare da un difensore che mette in angolo. Al 16’ cross di Brienza e rovesciata di Piovanello, parata. Al 20’ ammonito Aloisi per fallo su Schisciano. Al 25’ tiro a giro di Piovanello che sfiora il palo sulla destra del portiere. Al 34’ tiro di Brienza parato in due momenti dall’estremo difensore ospite. Al 35’ espulsione per Aloisi per doppia ammonizione e calcio di rigore per il Gela. Sul pallone si porta Sowe che realizza. Al 39’ Gela vicinissimo al raddoppio con un tiro di Sowe che termina sul palo sulla destra di Marfella dopo che lo stesso giocatore aveva anticipato Mattera. Al 45’ tiro di Brienza, servito da Cacioli dopo un calcio d’angolo, che termina sull’esterno della rete.

 

Nella ripresa, al 7’, ammonito Mattera per proteste. All’11’ il Bari pareggia. Angolo di Floriano e palla deviata da La Valdera. Al 12’ ammonito Bolzoni. Al 19’ tiro di Floriano fuori di poco. Al 20’dentro Retucci, fuori Polito. Al 23’ ammonito Retucci per fallo su Mattera. Al 26’ dentro Mileto, fuori Schisciano. Al 27’ Bari in vantaggio. Cross di Floriano, colpo di testa di Iadaresta che mette la palla all’incrocio sulla destra di Castaldo. Al 28’ dentro Langella, fuori Piovanello. Al 31’ dentro Di Cesare, fuori Floriano. Al 34’ fuori Mengoli, dentro Mileto. Al 36’ espulso Mattera per fallo su Ragosta. Al 37’ fuori Neglia, dentro Bianchi. Al 39’ ammonito Sowe per proteste. Al 41’ dentro Dieme, fuori Brugaletta. Al 43’ dentro Scicolone, fuori La Valdera.

Al 46’ espulso Di Domenico per fallo su Langella. Al 49’ Iadaresta a tu per tu col portiere spara alto.

 

90’:

Cornacchini: “Oggi è stata una vittoria sofferta e voluta, importante soprattutto per come si erano messe le cose. Ero un po’ preoccupato per quanto successo in settimana in quanto non si sapeva se si doveva scendere in campo. Ed, in effetti, è stata una partita complicata. Stiamo arrivando alla fine e la pressione si fa sentire, soprattutto per i più giovani. Troppo nervosi? Non credo che le espulsioni siano dipese da quello. Si è trattato solo ed esclusivamente di ingenuità e basta. Penso che stia subentrando un po’ di stress a poco a poco che ci stiamo avvicinando all’obiettivo. Questo può capitare calcolando che siamo primi dall’inizio del campionato. Per quanto riguarda gli arbitraggi non voglio parlarne. Tornando alla partita ero convinto di poterla ribaltare. Il Gela ha fatto una buona partita. Ogni tanto mi sembrava che volessero perdere un po’ di tempo. Noi non siamo partiti benissimo. Forse abbiamo patito qualcosa a livello fisico, ma, alla fine, ne siamo usciti bene. Anche in nove abbiamo tenuto botta e abbiamo chiuso in crescendo”.

Tutto su Micol Tortora