giovedì , 29 Ottobre 2020
Home » Bari Calcio » Un Bari tenace liquida la Palmese

Un Bari tenace liquida la Palmese

È stata una rete di Mattera al 42’ della ripresa a regalare ai biancorossi una vittoria importante per l’umore e la classifica. Certo è che per i biancorossi non è stato facile visto che la squadra ospite si è difesa in modo egregio dal primo all’ultimo minuto

 

 

Il primo tempo tra il Bari è la Palmese è stato un vero e proprio monologo da parte dei giocatori biancorossi, ma, al contrario delle altre volte, la squadra di Cornacchini ha trovato di fronte una Palmese che ha dato filo da torcere visto che si è difesa più che bene. La squadra ospite si è fatta anche pericolosa in due occasioni. Al 10’ con una bella punizione di Lucchese, parata alla grande da Marfella e al 33’ con Colica con una gran conclusione da fuori, di poco fuori. Il Bari si è visto al 2’ con un gran tiro di Brienza respinto da Barbieri ed al 4’ con un colpo di testa di Floriano parato su cross di Piovanello.

 

Nella ripresa i biancorossi hanno iniziato la gara così come era terminata nei primi quarantacinque minuti, cioè in attacco. I ragazzi di Cornacchini hanno fatto la gara per tutta la partita, andando più volte vicino alle rete del vantaggio che è arrivata solo al 42’ con un gran tiro di sinistro a volo di Mattera, secondo in questo campionato, servito bene con un colpo di testa di Di Cesare dopo una punizione battuta dalla sinistra da Brienza. La Palmese? È stata una squadra ostica da superare, visto che per quasi tutti i novanta minuti ha giocato in difesa, difendendosi in modo egregio. Per la squadra di Franceschini questa è la prima sconfitta in campionato.

 

Bari ( 4 – 2 – 3 – 1 ): Marfella, Turi, Di Cesare, Mattera, Nannini, Bolzoni, Hamlili, Floriano, Brienza, Piovanello, Simeri. A disposizione: Maurantonio, Cacioli, Neglia, Feola, Bollino, Liguori, Gioria, Langella, Pozzebon. All: Cornacchini

 

 

Palmese ( 4 – 3 – 3 ): Barbieri, Piras, Cinquegrana, Bruno, Gambi, Chidichimo, Caliva’, Lucchese, Saba, Outtara, Colica. A disposizione: Jusufi, Pascarella, Pittelli, Lavilla, Barbaro, Basile, Bonadio, Mistretta, Trentinella. All: Franceschini

 

 

Spettatori: circa 10.000. Ammoniti: Mattera, Bruno, Colica. Espulsi: Angoli: 8 – 1. Recupero tempo: p.t. 1’; s.t. 6’

 

 

ARBITRO: Zamagni di Cesena

 

 

MARCATORI: s.t. 42’ Mattera

 

 

LA CRONACA:

Al 2’ gran tiro di Brienza servito da Bolzoni respinto in maniera egregia da Barbieri. Al 4’ cross di Piovanello dalla destra, colpo di testa di Floriano, parato. Al 7’ tiro dalla distanza di Hamlili parato centralmente dall’estremo difensore ospite. Al 10’ punizione di Lucchese e grande parata di Marfella. Al 25’ ammonito Mattera per fallo su Outtara. Al 33’ gran conclusione da fuori di Colica, di poco fuori. Al 41’ ammonito Bruno per fallo su Floriano.

 

Nella ripresa, al 1’, fuori Piras, dentro Lavilla. Al 9’ dentro Basile, fuori Saba. Al 17’ dentro a Neglia, fuori Floriano. Al 30’ doppia sostituzione per il Bari. Dentro Pozzebon e Langella, fuori Hamlili e Piovanello. Per la Palmese dentro Pittelli, fuori Outtara. Al 33’ dentro Trentinella, fuori Lucchese. Al 42’ il Bari passa in vantaggio. Punizione dalla sinistra di Brienza, colpo di testa di Di Cesare, sul pallone arriva Mattera che con un sinistro a volo mette la palla nell’angolino basso sulla destra di Barbieri. Al 43’ dentro Feola, fuori Brienza. Al 44’ dentro Bonado, fuori Chidichimo. Al 46’ dentro Cacioli, fuori Langella. Al 49’ ammonito Colica per fallo su Pozzebon.

 

90’:

Cornacchini: “Quella contro la Palmese è stata una vittoria fondamentale per il prosieguo del campionato. Sapevamo che sarebbe stata una partita difficile visto che affrontavamo una squadra che gioca un buon calcio. Non riuscendo a sbloccarla subito abbiamo incontrato delle difficoltà, soprattutto quando abbiamo provato ad attaccare per vie centrali. Ci manca un pizzico di scaltrezza nel creare determinate occasioni. Non è un caso che abbiamo avuto pochi rigori e poche punizioni dal limite. Dobbiamo migliorare perché, in futuro, ci capiteranno questo tipo di partite. Ciò che conta è che ci abbiamo creduto fino alla fine ed è per questo che sia io che i ragazzi siamo molto contenti”.

 

Il tecnico ha anche parlato dei cambi effettuati. “Bisognava non solo fare attenzione alla regola degli under, ma anche effettuarli al momento opportuno”.

 

 

 

 

 

 

Tutto su Micol Tortora