mercoledì , 4 Agosto 2021
Home » Bari Calcio » Un brutto Bari per essere vero

Un brutto Bari per essere vero

Nel terzo derby della stagione contro il Foggia i biancorossi subiscono la loro prima sconfitta della stagione grazie al rigore concesso dall’arbitro per un fallo al 41’ del primo tempo di Sabbione su Curcio. I ragazzi di Auteri non sono mai riusciti ad impensierire Fumagalli il quale è praticamente rimasto inoperoso per tutta la ripresa. Al contrario il Foggia ha interpretato al meglio una gara che doveva vincere e l’ha fatto

 

 

 

 

Primo tempo non bello quello del Bari contro il Foggia che è riuscito a comandare la partita interpretandola meglio dei biancorossi che solo in due occasioni sono stati pericolosi. Al 30’ con un colpo di testa di Marras e, poi, un minuto dopo, con un tiro di Antenucci che si è stampato sul palo. Dopo una breve pausa causa blackout al 40’ i padroni di casa si sono portati in vantaggio grazie ad una ingenuità di Sabbione in area di rigore che ha messo giù Curcio. Il rigore è stato realizzato dallo stesso giocatore.

 

Nella ripresa ci si aspettava un Bari diverso rispetto a quello visto nei primi quarantacinque minuti ed invece pur con quattro attaccanti schierati da Auteri i biancorossi non sono mai riusciti ad essere pericolosi in area di rigore avversaria. Con questa sconfitta il Bari perde purtroppo la sua imbattibilita’che durava da ben sei giornate.

 

Foggia (  3 – 4 – 1 – 2 ): Fumagalli, Gavazzi, Agostinone, Germinio, Kalombo, Salvi, Rocca, Di Jenno, Curcio, D’Andrea, Naessens. A disposizione: Sarracino, Lucarelli, Aramini, Pompa, Gentile, Anelli, Garofalo, Vitale, Raggio Garibaldi, Dell’Agnello, Balde, Di Masi. All: Marchionni

 

Bari ( 3 – 4 – 3 ): Frattali, Celiento, Sabbione, Di Cesare, Ciofani, Maita, Bianco, D’Orazio, D’Ursi, Antenucci, Marras. A disposizione: Marfella, Perrotta, Hamlili, Corsinelli, Candellone, De Risio, Citro, Minelli, Lollo, Semenzato, Montalto. All: Auteri

 

Ammoniti: Bianco, Sabbione, Germinio, Gavazzi, Salvi, Raggio Garibaldi, Marras, Dell’Agnello. Espulsi: Salvi Angoli: 2 – 6. Recupero tempo: p.t. 2’; s.t. 5’

 

 

ARBITRO: Marcenaro di Genova

 

 

MARCATORI: p.t. 41’ Curcio ( rig. )

 

 

LA CRONACA:

Al 4’ padroni di casa pericolosi. D’Andrea, dalla trequarti, mette in mezzo, arriva Curcio che salta di testa ma non riesce a colpire la sfera. Al 19’ ci prova Naessens, dopo uno scambio con Curcio, con un tiro nell’angolino sulla destra del portiere ospite parato da Frattali. Al 25’ ammonito Bianco per fallo su Kalombo. Al 29’ tiro dalla distanza di Rocca, parato. Al 30’ biancorossi pericolosi prima con un colpo di testa di Marras e poi con Ciofani. Dopo un minuto il Bari va vicinissimo al vantaggio con un tiro di Antenucci che ha colpito il palo. Al 37’ primo cambio per il Foggia. Dentro Anelli, fuori Agostinone per infortunio. Al 38’ partita sospesa per un blackout sul campo di gioco. Al 40’ rigore per il Foggia per un fallo di Sabbione, che viene anche ammonito, su Curcio. Sulla palla va lo stesso Curcio che realizza con un perfetto tiro nell’angolino basso sulla destra di Frattali.

 

Nella ripresa, al 1’, doppio cambio per il Bari. Dentro Semenzato e Candellone, fuori Ciofani e D’Orazio. Al 5’ Foggia pericoloso con un uno – due Di Jenno – D’Andrea. Al 6’ ammonito Germinio. Al 10’ colpo di testa di Curcio su cross dalla sinistra di Di Jenno parato da Frattali. Al 13’ tiro di Candellone respinto in angolo. Al 14’ doppia sostituzione per il Bari. Dentro Citro e Lollo, fuori Bianco e D’Ursi. Al 18’ dentro Vitale, fuori D’Andrea. Al 22’ ammonito Gavazzi per fallo su Antenucci.         Al 25’ ammonito Salvi. Al 27’ proteste biancorosse per una trattenuta in area di rigore di Gavazzi su Antenucci. Al 30’ tripla sostituzione del Foggia. Fuori Rocca, Naessens e Curcio, dentro Raggio Garibaldi, Dell’Agnello e Balde. Al 32’ ammonito Raggio Garibaldi per comportamento scorretto. Al 33’ ammonito Marras per proteste. Sempre nello stesso minuto Auteri manda in campo Hamlili per Maita. Al 34’ ammonito Dell’Agnello. Al 43’ espulso Salvi per fallo su Ciliento.

 

90’:

Auteri: “Quest’oggi il Foggia ha messo in campo molto impeto agonistico e noi non siamo riusciti a compensare questo dato non riuscendo a gestire il possesso palla con continuità. Qualche nostro giocatore ha fatto una buona partita altri invece non hanno dato l’apporto che ci aspettavamo. Prima del blackout eravamo cresciuti alzando il baricentro e costruendo cose importanti senza rischiare nulla. Dopo il goal la partita è diventata molto fisica e non siamo stati né bravi né lucidi anche se abbiamo creato qualche occasione per pareggiarla”.

 

Di Cesare: “Quella contro la formazione di Marchionni è stata una sconfitta giusta perché sapevamo che avrebbero messo in campo tanto agonismo. Non siamo stati pronti, abbiamo sbagliato tante giocate semplici. Dispiace per la gente che ci teneva a questo derby. Da domani dovremo pensare alla prossima partita. Molto probabilmente questa sconfitta ci fa anche bene. Personalmente mi prendo la responsabilità visto che sono uno dei più vecchi. Non abbiamo ancora capito quello che ci aspetta in questo campionato e cosa dobbiamo fare. Non riesco ancora a capire cosa sia successo. Siamo mancati sotto l’aspetto dell’agonismo. I giocatori foggiani sono stati più cattivi e andavano sulla seconda palla. Facendo una pessima partita abbiamo creato e non abbiamo subito tiri in porta. Dobbiamo andare avanti perché il campionato è ancora lungo. Questa partita l’avevamo preparata anche bene però il calcio è questo. Sono in difficoltà perché mi dispiace. Stavamo facendo bene e stavamo facendo anche un buon calcio. Oggi abbiamo fatto un passo indietro. Dovremo lavorare tanto e recuperare giocatori che sono ancora fuori forma”.

Tutto su Micol Tortora