sabato , 26 Settembre 2020
Home » Bari Calcio » Una Immacolata da ricordare per il Bari

Una Immacolata da ricordare per il Bari

Nel big – match della diciottesima giornata i biancorossi s’impongono per 2 – 1 sul Potenza tornando nuovamente alla vittoria al “San Nicola”. Con questa i ragazzi di Vivarini salgono al terzo posto in classifica ad un solo punto dal Monopoli, secondo

 

 

Gran bel primo tempo quello tra Bari e Potenza. I primi quarantacinque minuti sono stati giocati da entrambe le squadre a ritmi alti con azioni da una parte e dall’altra. E proprio da una di queste azioni che i padroni di casa passano al 20’ con Simeri che imbeccato benissimo da Hamlili s’inserisce alle spalle di Emerson realizzando l’1 – 0. Dopo essere passati in vantaggio i biancorossi hanno continuato a giocare palla a terra e, dopo 7’, Terrani fa tutto da solo realizzando il 2 – 0. Il Potenza, nell’unica vera occasione, si è portato sul 2 – 1 con un meraviglioso tiro da trenta metri di Emerson che si è insaccato sotto l’incrocio dei pali. Davvero una bella partita.

 

Nella ripresa i biancorossi non hanno tenuto lo stesso ritmo dei primi quarantacinque minuti calando vistosamente e ad approfittarne è stato il Potenza che per ben due volte è andato vicinissimo alla rete del pareggio prima con Vuletich e, poi, con Viteritti. Gli ultimi minuti del match sono stati una vera e propria battaglia con gli ospiti che hanno tentato il tutto per tutto per pervenire al pareggio, ma la difesa biancorossa è riuscita a tenere. Con questa importante vittoria il Bari sale al terzo posto in classifica, ad un punto dal Monopoli secondo.

 

 

Bari ( 4 – 3 – 1 – 2 ) Frattali, Berra, Sabbione, Di Cesare, Perrotta, Scavone,   Bianco, Hamlili, Terrani, Antenucci, Simeri. A disposizione: Marfella, Corsinelli, Esposito, Awua, Folorunsho, Schiavone, Floriano, Neglia, D’ Ursi, Kupisz, Ferrari. All: Vivarini

 

 

Potenza ( 3 – 4 – 3 ): Breza, Sales, Emerson, Giosa, Coccia, Dettori, Ricci, Silvestri, Isgro’, Murano, Ferri Marini. A disposizione: Ioime, Viteritti, Iuliano, Vuletich, Franca, Arcidiacono, Gassama, Coppola, Di Somma, Sepe, Longo, Souare. All: Raffaele

 

Spettatori: 13.316 dei quali 1290 tifosi ospiti. Ammoniti: Hamlili, Di Cesare, Vuletich, Ricci, Costa. Espulsi: Rossini. Angoli: 4 – 3. Recupero tempo: p.t. 2’; s.t. 4’

 

 

ARBITRO: Paterna di Teramo

 

 

MARCATORI: p.t. 20’ Simeri; 27’ Terrani; 35’ Emerson

 

 

LA CRONACA:

Al 3’ tiro a giro di destro di Simeri di poco alto sulla traversa. Al 5’ Antenucci entra in area e viene contrastato da Sales. L’attaccante va giù, ma l’arbitro fa continuare. Al 12’ tiro di Antenucci “murato” da Giosa. Al 14’ ancora Simeri che arriva al tiro con una conclusione a volo di destro da una posizione non centrale. Palla a lato. Al 17’ cross dalla destra di Hamlili, ma in area non c’è nessuno. Al 20’ il Bari si porta in vantaggio. Hamlili serve una palla geniale per Simeri che s’inserisce alle spalle di Emerson mettendo la sfera in rete. Al 27’ i padroni di casa raddoppiano. Il trequartista fa tutto da solo. Recupera palla dal vertice sinistro, salta Coccia, si accentra e con un destro a giro c’entra l’angolo più lontano della porta. Breza non può nulla. Al 35’ il Potenza realizza il goal del 2 – 1. Gran esterno sinistro da circa trenta metri di Emerson che s’insacca sotto l’incrocio dei pali. Al 40’ cross dalla destra di Antenucci, colpo di testa di Scavone che rimpalla su un difensore e finisce in angolo. Al 44’ Sabbione rischia di mandare in porta Murano, ma lo stesso difensore riesce a rimediare all’errore.

 

Nella ripresa fuori Scavone, infortunato, dentro Schiavone. Per il Potenza fuori Isgro’, dentro Vuletich. Al 5’ ammonito Hamlili per fallo su Ferri Marini. Al 9’ botta di sinistro di Viteritti con palla che finisce a lato di poco. All’13’ fuori Coccia, dentro Sepe. Al 18’ Vivarini manda in campo Awua e Floriano al posto di Hamlili e Terrani. Al 20’ conclusione di destro dal limite di Dettori respinta da Frattali. Al 21’ ammonito Di Cesare per fallo su Ricci. Diffidato salterà la prossima partita. Al 25’ Berra anticipa Vuletich pronto a mettere il pallone in rete di testa su un cross di Viteritti. Al 27’ ammonito Vuletich per fallo su Di Cesare. Al 29’ dentro Costa, fuori Simeri. Al 30’ fuori Murano, dentro Franca. Al 35’ Potenza vicino al pareggio. Angolo battuto dalla destra di Emerson, Ricci arriva di testa e Frattali, in due tempi, la tiene sulla linea di porta. Dopo due minuti ancora decisivo Frattali che blocca a terra un tiro insidioso di Vuletich. Al 39’ dentro Coppola, fuori Silvestri. Al 40’ Berra serve Di Cesare che salta un difensore e Breza lo ferma. Al 44’ ammonito Costa. Al 45’ ammonito Viteritti per fallo su Antenucci. Al 46’ dentro Neglia, fuori Antenucci. Al 48’ tocco sospetto di Costa in area ma l’arbitro lascia correre.

 

 

90’:

Vivarini: “ Faccio i miei complimenti alla squadra. Durante la settimana abbiamo preparato la gara nei minimi dettagli e particolari. Bisogna, però, dare i giusti meriti al Potenza, formazione ben delineata che ci poteva mettere in difficoltà. Il loro goal è stato di grandissima qualità. Nel complesso, contro i lucani abbiamo concesso poco. Il Potenza ha giocato in maniera chiusa ed è stato difficile trovare gli spazi giusti. Nella partita di oggi la cosa più difficile è stata quella di aprire spazi nella fase difensiva e in questo siamo stati bravi. Ad un certo punto, nel secondo tempo, la squadra ospite si è messa quasi a uomo sui centrali difensivi e, proprio li, dovevamo fare un meglio. Siamo stati concentrati dal primo all’ultimo minuto non concedendo ripartenze. Il primo tempo è stato straordinario, poi siamo calati”.

 

Questo pomeriggio al “San Nicola” c’erano quasi 14.000 spettatori e il tecnico ha parlato proprio di loro. “Sono contento del loro sostegno. Hanno sostenuto il lavoro fatto dai ragazzi in campo. Nel secondo tempo loro si sono messi quasi  uomo sui centrali difensivi, dovevamo fare un po’ meglio”.

 

E sugli episodi che ci sono stati nel corso della partita ha detto. “Per quanto riguarda alcuni episodi che ci sono stati  posso dire che siamo in credito con la fortuna. Se parliamo poi di rigori si possono fischiare o meno. Di queste cose non parlo mai, ma se dovessi andare indietro avrei qualcosa da recriminare. Penso, ad esempio, ad Avellino. Si accetta tutto. L’importante è cercare sempre di migliorarci”.

 

E sulle sostituzioni ha detto la sua. “I ragazzi stanno facendo veramente bene. Purtroppo non riusciamo a dare entusiasmo per quanto riguarda la classifica. Questa la guarderemo ad Aprile. Ora è importante pensare solo a noi. Poi per chi è entrato devo dire che questo campionato è particolare anche per il sottoscritto che deve fare cinque cambi. Chi subentra deve sentirsi un titolare. Awua e Costa hanno giocato bene, ma da tutti mi aspetto qualcosa in più”.

 

Il tecnico ha parlato anche della sostituzione di Antenucci e di Terrani. “Antenucci era arrivato al limite e Neglia sapeva difendere palla. Lo ripeto ancora una volta. Sono tutti utili alla causa. Per quanto riguarda invece Terrani oggi era la sua partita per come il Potenza era schierato. Ha fatto bene anche se poteva essere servito ancora meglio. Ha lavorato ottimamente anche in fase di non possesso”.

Tutto su Micol Tortora