martedì , 24 Maggio 2022
Home » Bari Calcio » Valiani: “La partita di sabato? Per me avrà un significato particolare”

Valiani: “La partita di sabato? Per me avrà un significato particolare”

Posso dire – ha continuato il giocatore biancorosso – di conoscerli bene ed è per questo che vanno presi con le pinze”

Dopo la vittoria conseguita domenica scorsa al “San Nicola” contro l’Avellino il Bari di mister Nicola sabato prossimo andrà a fare visita al Latina, ex “bestia nera” dei biancorossi al tempo della “remuntada”. Sabato sarà una gara particolare visto che sarà la gara degli “ex”. Da una parte ci saranno Calderoni, Schiattarella e Minala, dall’altra Valiani. Oggi in conferenza stampa il giocatore ha parlato dei pregi e dei difetti che il bari ha mostrato nelle prime giornate di campionato. “Sicuramente una delle cose da migliorare è la gestione del pallone che ti permette di correre ed essere più alti e ridurre al minimo i rischi al limite dell’aria”.

Il centrocampista biancorosso ha spiegato cosa serve ad una squadra per essere competitiva. “Si parla di quadratura del cerchio ma non bisogna fossilizzarsi su schemi e persone. La bravura di una squadra sta proprio nel modificare il suo assetto da partita a partita, anche nella stessa gara. Questo non significa snaturarsi ma, al contrario, essere maturi e capaci”.

Per Valiani quella di sabato sarà una partita diversa dalle altre visto che affronterà i suoi ex compagni con i quali aveva iniziato la preparazione. “Per me chiaramente quella di sabato sarà una partita con un significato particolare. Andrò a Latina con piacere nel ritrovare e giocare contro la mia ex squadra. Posso dire di conoscerli bene ed è per questo che vanno presi con le pinze. Sono un gruppo di ‘mestiere’ e qualità che gioca senza troppe pressioni. I risultati finora lo testimoniano. Hanno perso solo una gara contro il Cagliari pur meritando ben altro risultato. Dalla Sardegna saranno tornati con la consapevolezza di poter fare bene e con il desiderio di riscattare la sconfitta”.

E su come si potrebbero battere il centrocampista si è espresso così. “Come si battono? Dobbiamo essere bravi nell’invertire la tendenza rispetto alle due gare esterne di Vicenza e soprattutto Crotone. Dobbiamo avere quella voglia di fare risultato lontano dal “San Nicola” che ti spinge per tutti i novanta minuti. In fin dei conti una squadra che vuole arrivare a certi obiettivi deve passare anche dalle vittorie esterne”.

Sulla domanda se nel caso dovesse segnare, lui ha risposto così. “Capita di rado… ,ma proprio per questo non potrei nascondere la felicità di un goal. Non sono un goleador da 20-25 reti come Cavani o Higuain abituati a esultare, Andrei contro la natura del mio essere se non esultassi e, poi, mi devo rifare delle due occasioni sprecate contro il Pescara”.

Di Micol Tortora

Tutto su Micol Tortora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.