domenica , 20 Settembre 2020
Home » Bari Calcio » Vivarini: “Contro il Bisceglie non sarà facile”

Vivarini: “Contro il Bisceglie non sarà facile”

“Affronteremo – ha aggiunto il tecnico – una squadra con grandi motivazioni”

 

Quello di domani allo stadio “Ventura” di Bisceglie sarà per il Bari il terzo derby stagionale dopo quelli contro la Virtus Francavilla e il Monopoli, partite dove i biancorossi hanno raccolto una sconfitta e un pareggio. Bisceglie – Bari sarà una partita dove le due formazioni si affronteranno per la prima volta in una gara ufficiale nel campionato in corso. Due partite ufficiali furono giocate nel lontano 1950. I nero – azzurri e i biancorossi, però, si sono affrontati in gare amichevoli per tre volte. Oggi, nella consueta conferenza stampa pre – partita il tecnico ha parlato subito di come è andato il lavoro nel corso della settimana in vista del derby. “Quella che si sta per chiudere è stata una settimana di lavoro intenso, sotto tutti i punti di vista, anche sotto l’aspetto psicologico. Abbiamo svolto lavoro individuale e studiato gli errori commessi nella partita contro la Vibonese. Non posso che essere soddisfatto. In questi giorni ho visto segnali positivi da parte di tutti. Abbiamo lavorato tantissimo e mi è piaciuta la reazione della squadra. Tutti si sono molto applicati e c’è stata una grande disponibilità da parte dei ragazzi. Per domani siamo riusciti a recuperare sia Bianco che Hamlili i quali hanno ripreso ad allenarsi con il gruppo”.

 

Vivarini ha poi parlato della partita di domani. “Domani pomeriggio di certo non sarà una gara facile. Non bisogna mai sottovalutare nessuno, ma avere sempre rispetto degli avversari. Mi aspetto un Bisceglie carico di motivazioni e per questo abbiamo preparato diverse soluzioni, li abbiamo studiati e sappiamo che possono interpretare diverse soluzioni. Hanno usato spesso il 3 – 5 – 2, ma spesso tendono a variare anche a partita in corso. Dovremo essere pronti ad imprevisti o sorprese. Non dovranno mancare l’umiltà e lo spirito di squadra. Se dovessero sopravvenire bisognerà accettare le difficoltà e affrontarle tirando fuori le nostre qualità. A livello tattico abbiamo possibilità di adottare diversi moduli, anche a gara in corso, come è già capitato. Però, ripeto, sarà sempre l’atteggiamento a fare la differenza”.

 

Per quanto riguarda il modulo ha detto. “Abbiamo preso una strada. Domenica scorsa non mi sono piaciuti certi atteggiamenti. Nel corso della settimana ci siamo resi conto che possiamo fare altre cose come contro il Catanzaro dove abbiamo subito tantissimo. Sicuramente, sotto questo aspetto sarà importante invertire la rotta non con un cambio di modulo, ma con d’atteggiamento”.

 

Dopo quasi una settimana il tecnico non ha ancora digerito il pareggio contro la Vibonese e ha detto anche che… “Per noi sono fondamentali i risultati. C’è ancora tanta amarezza per il risultato di domenica scorsa. La partita contro ilo Bisceglie sarà determinante. In campo dovremo far meglio per essere squadra e giocare a calcio. Se non dovessimo riuscirci la classifica sarà una conseguenza. Vincerà solo una squadra per cui dovremo essere quasi perfetti da domani fino alla fine del campionato. Attualmente siamo carenti sotto diversi aspetti, ma abbiamo grande qualità”.

 

Ha parlato anche delle condizioni fisiche di alcuni suoi giocatori. “Siamo riusciti a recuperare sia Bianco che Hamlili che hanno sostenuto solo tre/quattro allenamenti a pieno regime con il resto del gruppo. Sono ancora out sia Scavone che D’Ursi ma, anche loro, sono in via di guarigione. Per quanto riguarda Costa ha accusato un piccolo fastidio ma nulla di grave. Credo che sarà a disposizione. Su Ferrari si è allenato bene, ma è un giocatore che ha caratteristiche diverse. Per quanto mi riguarda non esistono undici titolari. Tutti devono essere sempre pronti. Terrani e Corsinelli lo hanno dimostrato domenica scorsa. Terrani lo conosco dai tempi della Lucchese. Ha qualità. Inizialmente l’ho trovato poco brillante ed esuberante. Ora è riuscito a darmele e ha molte più possibilità di giocare. Per quanto riguarda la formazione da mandare in campo domani ho ancora un paio di dubbi”.

 

Vivarini ha parlato anche delle assenze di alcuni giocatori a centrocampo nelle ultime gare di campionato. “Le individualità incidono tanto. Devo sottolineare l’impegno di tutti, come ad esempio Awua e Folorunsho. Entrambi hanno caratteristiche diverse e hanno bisogno di crescere. Ancora non hanno quella personalità e quella qualità che può far fare loro, in questo momento, la differenza”.

 

 

( Foto: SSC Bari )

 

Tutto su Micol Tortora