sabato , 26 Settembre 2020
Home » Bari Calcio » Vivarini: “Contro l’Avellino sarà una partita molto insidiosa”

Vivarini: “Contro l’Avellino sarà una partita molto insidiosa”

“Dovremo dimostrare – ha aggiunto il tecnico – di avere la giusta personalità e la giusta aggressività”

 

Domani pomeriggio il Bari affronterà al “Partenio” l’Avellino, vera e propria “bestia nera” dei biancorossi. La squadra pugliese si presenta a questa gara con una vittoria conquistata domenica scorsa in casa contro l’ex capolista Ternana, mentre i campani affronteranno i biancorossi dopo una sconfitta rimediata fuori casa e con una classifica non proprio positiva. Oggi, dopo la rifinitura che si è svolta a porte chiuse, ha parlato nella consueta conferenza stampa pre – partita il tecnico che ha subito iniziato parlando delle insidie che questa partita può avere. “Quella contro l’Avellino sarà una partita con delle insidie molto alte. Sarà importante rimanere concentrati, dal primo all’ultimo minuto, sulle cose da fare in campo. Dovremo essere concentrati ed umili. Dovremo essere bravi a non cadere in provocazioni o problemi al di fuori di quelli che non siano di campo e tattici. Servirà un ulteriore step di crescita soprattutto nelle gare in trasferta in quanto sarà importante dimostrare di sapere affrontare le partite in esterna con il piglio giusto”.

E sull’Avellino ha detto. “Durante la settimana abbiamo messo in preventivo il fatto che l’Avellino possa pressarci alto ed è per questo che abbiamo provato soluzioni. Conosco Capuano in quanto ci ho giocato contro ed è per questo che ci siamo allenati anche in funzione di questo cercando di curare anche i minimi dettagli. Sarà una partita con aspetti diversi dalle altre. Sicuramente cercheranno di bloccare le nostre fonti di gioco. Ed è per questo che abbiamo optato per altre soluzioni, per cercare profondità. Non facciamo tiki taka, ma giochiamo con delle idee ben precise e con dei punti di riferimento precisi che voglio siano cercati in velocità. Ho molto rispetto per Capuano, lui è certamente un allenatore particolare perché si fa notare, ma in campo ha sempre avuto una squadra con atteggiamenti precisi e un lavoro che conosco. Sicuramente in questa settimana avrà cercato di metterle in pratica”.

Da domani i biancorossi sono attesi da un trittico di partite importanti che Vivarini ha affermato già essere inizato dalla scorsa partita contro la Ternana. “Già dalla scorsa settimana contro la Ternana sono iniziate le gare ad alto rischio contro squadre ben attrezzate. Ora ne avremo tre in una settimana. Io tendo a guardare più sul lungo termine in quanto tengo ad arrivare bene alla fine del girone di andata. La partita contro i campani sarà una partita che presenterà insidie molto alte. Domani l’obiettivo sarà fare risultato perché darebbe la forza di affrontare al meglio gli altri due impegni ravvicinati. Credo sia prematuro fare discorsi di classifica, scontri diretti o altro. Questo sarà un argomento da affrontare più nel girone di ritorno”.

Vivarini spera domani di poter recuperare qualche giocatore che in settimana ha avuto qualche piccolo problemino fisico. “In settimana abbiamo avuto qualche problemino con qualche giocatore, ma spero e mi auguro di recuperare tutti nell’allenamento odierno. Sulla mediana mancherà Hamlili per squalifica e Scavone si è allenato a parte. Awua è un giocatore che può ricoprire quel ruolo, ma questa rosa offre diverse soluzioni. Ho provato anche Terrani che ha tutte le qualità per imporsi in questo campionato. L’ho provato con insistenza e ha risposto positivamente. Per quanto riguarda Folorunsho si è allenato poco, ma ha grandi potenzialità ed è un bel giocatore”.

Il tecnico ha chiuso la conferenza parlando degli attaccanti. “Alla fine chi fa la differenza sono sempre gli attaccanti. Si sono messi a disposizione nel modo giusto. A sprazzi ora si iniziano a vedere le soluzioni che vogliamo. Devono solo lavorare e stare tranquilli perché hanno tutte le potenzialità per fare bene. Stiamo lavorando molto sui calci piazzati perché sono situazioni che possiamo sfruttare. Sabbione, Di Cesare e Berra sono ragazzi che si stanno inserendo bene e che eseguono bene anche le direttive. Il reparto difensivo sta lavorando molto bene, sono soddisfatto. Nelle ultime gare abbiamo concesso pochissime occasioni alla squadra avversaria e il merito è di tutti”.

 

( Foto: SSC Bari )

Tutto su Micol Tortora