sabato , 19 Settembre 2020
Home » Bari Calcio » Vivarini: “La sosta incide più sulle squadre organizzate”

Vivarini: “La sosta incide più sulle squadre organizzate”

“Se guardiamo la classifica – ha aggiunto il tecnico – è normale che ci sia un pizzico di amarezza”

 

Quest’oggi, prima dell’allenamento, Vivarini ha tenuto la sua ultima conferenza stampa del 2019. Innanzitutto il tecnico biancorosso ha voluto fare gli auguri a tutta la città di Bari. “Prima di tutto vorrei fare i miei più sentiti auguri a tutta la città di Bari, ai tifosi e a tutti voi, da parte mia, da parte del Presidente, della società, del mio staff e della squadra. Buon Natale a tutti. Stiamo lavorando bene insieme e speriamo di continuare con positività sino alla fine”.

ha parlato anche del suo primo Natale a Bari. “E’ il mio primo Natale in biancorosso. Devo dire che quando sono arrivato a Bari, prima volta da subentrato, è stato un vero e proprio punto interrogativo. Devo dire che la squadra si è subito messa a disposizione. Ho subito spiegato la mia idea di calcio e i ragazzi hanno recepito con velocità questi concetti. Per quanto riguarda la classifica devo dire che è normale che ci sia un pizzico di amarezza. Potevamo avere una posizione di classifica migliore. Da sportivi bisogna fare i complimenti alla Reggina e concentrarsi sul nostro ottimo percorso”.

E sulla sosta ha detto. “Peccato per la sosta, non ci voleva. Eravamo in un buon momento. Ne prendiamo atto e ci adeguiamo. Cercheremo di farci trovarre già pronti alla ripresa del campionato. Secondo me la sosta inciderà più sulle squadre organizzate perché si perde qualcosa sia in attenzione che in applicazione. Anche in B è sempre così. Ad inizio del girone di ritorno servirà rabbia e determinazione fin da subito per riprendere il discorso da dove lo si era lasciato. Il girone di ritorno sarà un nuovo campionato. Tutti dovranno lavorare bene senza perdere tempo. Non potremo sbagliare quasi nulla. In questo momento più partite si facevano e più era meglio. Eravamo concentrati sulle cose da fare in campo. Era difficile giocare contro di noi però, purtroppo, ci sono altre esigenze e bisogna prenderne atto”.

Vivarini ha parlato anche di mercato. “Il mercato permetterà accorgimenti adatti per migliorarci. La società mi ha dato tutta la sua disponibilità. Saranno fatte valutazioni attente e ci muoveremo in maniera mirata. Ci sono dei calciatori che vogliono altre situazioni e ho già parlato col direttore. In questo periodo si parla con calciatori e procuratori per capire la situazione. Abbiamo qualche carenza in qualche ruolo che dovrà essere coperto meglio. Ci servirà un centrale di centrocampo nuovo, un difensore rapido e un trequartista. Cosa chiedo a Babbo Natale? Forza e capacità di gestire al meglio questa squadra per ridare a questa città il calcio che merita”.

Il tecnico ha parlato anche della coppia – goal Antenucci – Simeri. “Ho avuto Lapadula e Donnarumma a Teramo e Caputo e Donnarumma a Empoli. Sono giocatori di movimento che riuscivano a muoversi in sincronia fra loro. In Antenucci e Simeri riesco a rivedere queste cose. Incominciano a integrarsi, fra loro fanno assist una volta per uno. Comincia ad essere un bel vedere. Sicuramente potrebbero fare molto di più se fossero serviti ancora meglio”.

 

 

( Foto: SSc Bari )

Tutto su Micol Tortora