giovedì , 3 Dicembre 2020
Home » Bari Calcio » Vivarini: “Occhio al Francavilla”

Vivarini: “Occhio al Francavilla”

“Contro la Reggina – ha aggiunto il tecnico – hanno fatto una gara straordinaria”

 

Domani pomeriggio alle 17.30 al “San Nicola” si affronteranno due squadre che vorranno fare risultato pieno. Da una parte c’è il Bari che, vincendo, allungherebbe in classifica e rimarrebbe in scia della capolista, dall’altra una squadra posizionata attualmente all’undicesimo posto con 30 punti vogliosa di fare bene, in primis perché sarà seguita da molti tifosi e in secundis perché la Virtus Francavilla arriverà a questa partita con il così detto “vento in poppa” sia per il livello di gioco profuso fino ad ora, sia per il fatto che i brindisini arrivano a Bari con due vittorie importanti, la prima contro la capolista a Reggio e la seconda contro la Paganese in casa domenica scorsa. Oggi, in conferenza stampa, Vivarini ha parlato del lavoro fatto in settimana su quelle cose che non sono andate bene nelle precedenti partite. “Durante la settimana abbiamo lavorato molto su quello che non è andato bene nelle precedenti partite.  Devo dire che abbiamo trovato molti “input” sulle cose da sistemare soprattutto sul possesso palla. Non nascondo che il mercato ci ha portato altri pensieri, ma da parte mia e da parte di tutta la squadra, c’e stata grande attenzione a preparare una partita complicata contro una squadra molto in forma”.

 

E sulla Virtus Francavilla ha detto. “ Contro la Reggina hanno fatto una gara straordinaria. Domani bisognerà fare molta attenzione perché loro sono una squadra che lavora in maniera definita sia in fase di possesso che di non possesso. Inoltre hanno un atteggiamento atipico a tutto campo con una sicurezza disarmante nel gioco. Credo che domani potremmo dire la nostra. Occorrerà sviluppare il nostro gioco, comandare in campo. Se dovessimo lasciargli il piglio del gioco potrebbe farsi dura”.

 

Dopo la sosta natalizia il bari non è parso quello di prima. Il tecnico ha spiegato il perché. “Sicuramente la sosta ci ha tolto qualcosa. Bisognerà lavorare in modo feroce per ottenere il massimo. Dovremo giocare bene con idee chiare. Sincronia e fluidità dovranno crescere così come anche l’inserimento dei nuovi sarà da ottenere il prima possibile”.

 

Vivarini ha poi parlato del mercato chiusosi ieri sera. “Sono molto soddisfatto dal mercato. E’ stato fatto con intelligenza. Questa squadra è partita con un’idea tattica diversa e con altre caratteristiche. Con il mercato di riparazione abbiamo raffinato la rosa, perfezionandola rispetto al nostro progetto tecnico – tattico, più funzionale alla nostra idea di calcio anche in funzione dei cambi. Abbiamo mantenuto i lati positivi aggiungendo valore. Ci sono state anche delle uscite. Non giocare non piace a nessuno ed è normale poi fare delle scelte. Come uomini dispiace per tutti coloro che sono andati via perché hanno capito. I ragazzi che sono andati via hanno sempre lavorato per il bene del Bari e di questo li ho ringraziati augurandogli il meglio”.

E sempre sul mercato ha detto. “Ci siamo rinforzati di molto. Abbiamo inserito grande spessore con Laribi che ha portato qualità e quantità. Si è catapultato con l’entusiasmo di un ragazzino nel mondo Bari. E’ un ragazzo che corre tantissimo e per questo deve cercare di razionalizzare le energie. Per quanto riguarda il reparto arretrato eravamo corti. Dopo il mercato possiamo contare sull’esperienza di Ciofani e sul giovane Pinto che mi piace molto, ha un grande potenziale. Per quanto riguarda Maita è una certezza a centrocampo e lo sta dimostrando. Costantino, invece, è un giocatore di sostanza che attacca bene la profondità e ha caratteristiche diverse dai nostri. Non dimentichiamoci che abbiamo la miglior coppia realizzativa della serie C”.

 

Da qui fino alla fine del campionato per Vivarini sarà importante avere sempre la giusta motivazione. “La motivazione sarà fondamentale. Sarà importante credere nel progetto e lavorare in ottica obiettivo di squadra e non individuale. Questo sarà un aspetto prioritario a tutti i livelli. Le risposte arriveranno, come sempre, dal campo. Da domani partirà un nuovo campionato. Da qui fino alla fine del campionato sarà importante avere una forte motivazione. Il tecnico ne è certo”.

 

 

( Foto: SSc Bari )

 

Tutto su Micol Tortora