martedì , 7 Luglio 2020
Home » Bari Calcio » Vivarini: “Sarà una partita intensa”

Vivarini: “Sarà una partita intensa”

“Il cambio di allenatore – ha aggiunto il tecnico – è sempre una incognita per un allenatore che deve preparare la partita”

Questo pomeriggio il Bari ha svolto un allenamento di rifinitura a porte chiuse in vista della gara di domenica prossima in trasferta contro il Catania. Come ha detto questo pomeriggio in conferenza stampa Vivarini quella di domenica sarà una partita intensa sia in campo che in panchina, visto che Vivarini, dopo aver affrontato mercoledì sera il neo – tecnico del Catanzaro, Grassadonia, si ritroverà, ancora una volta ad affrontare un altro nuovo tecnico, Lucarelli, che ha sostituito l’ex Camplone. Ecco il suo pensiero sulla gara di domani del tecnico biancorosso. “Quella di domenica sarà una partita molto particolare che dovremo affrontare nel modo giusto contro un avversario che in casa è imbattuto, nonostante le difficoltà. Come l’Avellino anche loro hanno cambiato allenatore e questo fa aumentare le incognite per me che devo preparare la partita. Il Catania è squadra di grandi individualità e contro il Bari le motivazioni sicuramente aumenteranno. Per quanto mi riguarda quella contro il Catania sarà una partita intensa, stimolante che sarà giocata in un bello stadio davanti ad un pubblico caloroso”.

Il tecnico ha parlato anche di qualche giocatore che, dopo la partita contro il Catanzaro, non è proprio in forma perfetta. “Abbiamo chiuso la partita contro il Catanzaro con molti ragazzi non al meglio come Scavone, Awua e Di Cesare che hanno avuto dei problemi muscolari. Anche Bianco è uscito affaticato. Voglio valutare al meglio le varie situazioni, ma in ogni caso ho pensato a delle alternative come poter spostare Berra in difesa”.

Dopo la vittoria dell’Avellino di mercoledì in trasferta a Terni contro la Ternana, Vivarini ha detto. “Devo dire che il punto conquistato ad Avellino è stato molto importante. I campani sono riusciti a vincere a Terni. Questo dimostra che stanno facendo un buon lavoro. Quella gara ci ha permesso di analizzare alcuni nostri errori, alcune situazioni in cui era necessario migliorare in fretta, alcune carenze nel guadagnare campo, nel recuperare palloni o aggredire il centrocampo. Vogliamo diventare una squadra importante e per farlo servirà tempo. Mi piacerebbe avere più continuità in alcuni aspetti più forza per lavorare con continuità in alcune fasi”.

E su Schiavone si è espresso così. “E’ entrato molto bene con il Catanzaro. E’ stato bravo ad approfittare del calo dell’avversario. Contro i calabresi ha svolto un lavoro indispensabile. Sicuramente è un giocatore che sappiamo essere di qualità. Posso dire che è un giocatore importante per questa squadra”.

Vivarini ha parlato anche di gioco. “Se una squadra gioca bene, vince. Siccome vogliamo vincere dobbiamo giocare per forza bene. Sono cose concatenate. In queste prime due gare del famoso “trittico” per noi era troppo importante fare questi punti perché se non li avessimo fatti avremmo perso posizioni in classifica e avremmo potuto compromettere il campionato. Il bel gioco e i risultati sono legati. Subentrando in corso d’opera bisogna avere le idee chiare. Per noi era importante non perdere altro terreno in classifica cercando di essere il più concreti possibile. Stiamo lavorando per migliorare anche nel gioco. Dobbiamo essere bravi ad arrivare a gennaio con questa classifica e lavorare tantissimo per ottenere il bel gioco ed essere ancora più vincenti di adesso”.

Per quanto riguarda tutta la rosa Vivarini considera tutti i giocatori. “Li ho tutti in grande considerazione. In questo campionato ho fatto varie volte cinque cambi per cui sono stati impegnati un po’ tutti, tranne qualcuno come, ad esempio Floriano che viene un po’ penalizzato dal tipo di modulo e dall’andamento delle partite. Quando si è in vantaggio fai altri pensieri. La valutazione sulla rosa è da fare con grande attenzione. E’ indispensabile dare continuità a chi fa bene perché solo così crescono gli automatismi, l’affiatamento e l’intesa”.

 

( Foto: SSC Bari )

Tutto su Micol Tortora